Our Blog


Fior di Torrone: materie prime bio e confezione ecologica per il torrone amico delle api

Giovanni ScalengheUn torrone morbido fatto solo con ingredienti biologici: Nocciola Tonda Gentile Trilobata, zucchero, albume e miele d’acacia italiano.  È Fior di Torrone, l’ultimo nato in casa Scalenghe, un torrone amico della natura e in particolare delle api.
La bontà non sta solo nella qualità delle materie prime e nella sapienza artigianale di Scalenghe – tre generazioni e oltre mezzo secolo di pasticceria –  ma anche nell’innovativo  packaging del prodotto.
La confezione di Fior di Torrone è fatta interamente di carta paglia riciclata prodotta con tecnologie a basso impatto ambientale e racchiude in sé uno speciale messaggio di sostenibilità: piantando in vaso l’etichetta in pochi giorni nasceranno dei fiori su cui potranno posarsi le api.


a flower for a bee
 


Fior di Torrone – A Flower for a Bee sarà presentato e si potrà degustare in anteprima il 24 febbraio all’evento “L’ora del Vermouth e del cacao a Torino- Incontro con i Maestri” (alle 19,30 al piano nobile di Palazzo Birago, sede della Camera di commercio di Torino, in via Carlo Alberto 16).
 
 
“Se l’ape scomparisse dalla faccia della terra, all’uomo non resterebbero che quattro anni di vita”  
Albert Einstein

 
 
SCALENGHE E IL TORRONE – La Pasticceria Scalenghe è nata nel 1954 in provincia di Torino.
La produzione artigianale e la ricerca della qualità del prodotto attraverso un’attenta scelta delle materie prime migliori caratterizzano l’azienda dall’inizio dell’attività.
A distanza di più 60 anni, la terza generazione di pasticcieri si attiene agli stessi valori per produrre il Torrone morbido, alla Nocciola Tonda Gentile Trilobata, ai pistacchi di Bronte, alle mandorle di Bari, il ricoperto al cioccolato fondente o al gianduja. Si continuano a selezionare materie prime di altissima qualità senza aggiunta di conservanti.
A suggellare l’impegno, la Pasticceria Scalenghe nel 2004 ha ricevuto il Marchio Eccellenza Artigiana per la produzione di pasticceria, gelato, torrone caramelle e cioccolato e il riconoscimento di Maestro del Gusto della Camera di Commercio di Torino e di Slow Food (2013-14, 2015-16 e 2017-18).

 

PASTICCERIA SCALENGHE Via Torino, 72 – 10028 Trofarello (TO) Telefono: 0116497511- info@torronescalenghe.itwww.torronescalenghe.it

 

Piemonte “in rosa”: cantine aperte sabato 4 marzo per la 1ª Festa nazionale delle Donne del Vino

Festa delle Donne del VinoAnche il Piemonte partecipa sabato 4 marzo alla 1ª Festa delle Donne del Vino, un evento diffuso che si realizza in 12 regioni d’Italia e in decine cantine, ristoranti, enoteche, musei. Le Donne del Vino sono protagoniste e aspettano i winelover e soprattutto le winelover per brindare con loro, proponendo un pomeriggio pieno di esperienze e assaggi.

L’evento è a tema “Donne vino e motori”.  L’elenco delle iniziative dimostra la creatività femminile. Non per altro le aziende del vino dirette dalle donne sono già come l’intero comparto enologico vorrebbe essere: con una formazione universitaria, indirizzate su vini doc-docg, capaci di esportare una quota maggioritaria del vino, diversificate e attente all’ambiente.

In Piemonte ci sono 16 eventi in cantine vitivinicole, enoteche e ristoranti.

Sono anche pubblicati sul sito www.festadonnedelvino.it e sul blog www.ledonnedelvino.it

ALESSANDRIA

Alemat – Elisabetta Ambrosione (Ponzano Monferrato)

La Scamuzza – Laura Zavattaro (Vignale Monferrato)

Tenuta La Tenaglia – Sabine Ehrmann (Serralunga di Crea)

Enoteca Enoteck House – Elisa Baldizzone (Strevi)

Marenco Vini – Patrizia, Michela e Doretta Marenco (Strevi)

Villa Felice – Renata Cellerino (Cassine)

Vineria Mezzolitro – Monica Moccagatta e Piercarla Negro (Alessandria).

ASTI

Braida – Raffaella Bologna (Rocchetta Tanaro)

Carussin – Bruna Ferro (San Marzano Oliveto)

Cascina Castlèt – Mariuccia Borio (Costigliole d’Asti)

Chiarlo – Laura Botto Chiarlo (Castelnuovo Calcea)

Sivia Castagnero (Agliano Terme)

Tenuta Tamburnin – Valeria, Claudia ed Elena Gaidano (Castelnuovo Don Bosco)

LANGHE

Cantine Ascheri e Osteria Murivecchi – Cristina e Maria Teresa Ascheri (Bra)

Bruna Grimaldi – Francesca Poggio de Il Poggio di Gavi (Grinzane Cavour)

Ettore Germano – Elena Bonelli (Serralunga d’Alba)

 

CHI SONO LE DONNE DEL VINO

Le Donne del vino sono un’associazione senza scopi di lucro che intende promuovere la cultura del vino e il ruolo delle donne nella filiera produttiva del vino. Nata nel 1988, conta oggi 700 associate tra produttrici, ristoratrici, enotecarie, sommelier e giornaliste. In Piemonte sono 108.

Scarica gli eventi nella provincia di Alessandria

Scarica gli eventi nella provincia di Asti

Scarica gli eventi nelle Langhe