Our Blog


Un’amatriciana benefica per ricostruire l’apicoltura di Gecco domenica 2 ottobre da Grappolo contro Luppolo a San Marzano Oliveto (Asti)

cartelli-grappolo-contro-luppolo-carussinEugenio Casini detto “Gecco” produceva miele, come suo padre, ad Amatrice. È rimasto vittima del terremoto e con lui sua moglie e sua figlia che si occupavano dell’azienda di famiglia. La sorella di Gecco e la mamma hanno deciso di proseguire il suo lavoro e ricominciare a produrre miele.

L’azienda vitivinicola Carussin e l’agribirreria Grappolo contro Luppolo organizzano domenica 2 ottobre alle 20 a San Marzano Oliveto (Asti) un’amatriciana per aiutarle a ricostruire l’azienda Casini. In menù bruschette con guanciale, bucatini all’amatriciana e una selezione di pecorini. Il costo è di 25 euro vini inclusi.

“Andremo personalmente a conoscere la mamma e la sorella di Gecco e a consegnare loro il ricavato della cena” dice Valentina Cucchiaro, la giovane sommelier che gestisce l’agribirreria.

Si richiede la prenotazione per una migliore organizzazione della serata: 349 2621282, vinicarussin@gmail.com.

Sabato 24 settembre a Costigliole d’Asti s’inaugura la Panchina gigante che guarda l’Unesco da Bricco Lu

 

panchina-gigante-bricco-luIl recupero di un belvedere panoramico, la nascita di un parco naturale e il posizionamento di un’altra Panchina “fuori scala”: accadrà attorno a Bricco Lu di Costigliole d’Asti, un colle alto 310 metri sul livello del mare con una vista mozzafiato a 360° che dalle terre dell’Unesco – Monferrato, Langa e Roero – corre fino alla catena di Alpi.

Sabato 24 settembre s’inaugura la nuova Big Bench, la panchina gigante che l’imprenditrice vitivinicola Mariuccia Borio, di Cascina Castlèt, ha donato al Comune per i 40 anni del Passum, la sua Barbera d’Asti punta d’eccellenza della cantina. La prima, sempre disegnata dall’artista americano Chris Bangle, è tra i vigneti al Castelletto, dove ha sede l’azienda.

Il Comune di Costigliole d’Asti si è occupato di sistemare il bricco per restituirlo a cittadini e turisti che visitano il posto. In occasione dell’evento, è prevista una passeggiata di 7 km organizzata da Costigliole Cultura, con partenza alle 15,30 dal sagrato della Chiesa della Madonnina (info: Filippo Romagnolo 348.1387521). Per chi non ha voglia di scarpinare, il ritrovo è alle 16,30 sempre davanti alla Chiesa della Madonnina e si sale a Bricco Lu, dove s’inaugura la Panchina gigante. La Pro Loco di Costigliole offre un aperitivo con soma d’aj e uva moscato e barbera.

E intanto è arrivata una buona notizia: nascerà una riserva naturale che da Bricco Lu toccherà anche i territori di Calosso e Agliano, comprendendo il percorso del rio Bragna e il Paludo, un’oasi della Lipu dove nidificano numerose specie di uccelli. “L’oasi del Paludo e la riserva naturale del Rio Bragna sono due sogni che si realizzano – racconta Filippo Romagnolo, assessore e presidente della Associazione Costigliole Cultura – tutto nasce nel 2000, quando facemmo un Consorzio per togliere gli scarichi nel rio”.

“Grazie alla sensibilità di Mariuccia Borio – dice il sindaco Giovanni Borriero – il Comune di Costigliole d’Asti potrà completare la piena valorizzazione turistica e ambientale di uno dei punti panoramici più noti e affascinanti delle terre dell’Unesco. Possiamo finalmente inaugurarla perché abbiamo completato i lavori di installazione oltre alla posa degli arredi, della segnaletica informativa e stradale del sito. Il piazzale di Bricco Lu è da oggi accessibile solo a pedoni e ciclisti, non più ad auto e a moto”.

“Dedicheremo la panchina – annuncia la vignaiola Mariuccia Borio – alla maestra e poetessa Teresa Mastallone che scrisse la leggenda del Colle di Lu e dell’amore di Cocco e Gentucca. È l’inizio di un progetto di valorizzazione del territorio, di fare squadra con le altre anime.”

La panchina è libera a tutti: tutti possono vederla, sedersi sopra e godersi il paesaggio.

L’hashtag per chi si fotografa sulla panchina è #rossopassum

Per info: Cascina Castlet 0141.966651; Comune di Costigliole d’Asti 0141.962210/11

Scarica la locandina dell’inaugurazione della Big Bench

 

Asti, inaugurata la nuova Enoteca La Buta

inaugurazione-la-buta-asti Un luogo di vino, incontri, chiacchiere. È stata inaugurata la nuova Enoteca La Buta, in un palazzo storico di via Incisa 16, a due passi da piazza San Secondo. “Nel cuore di Asti con Asti nel cuore” dice lo slogan che riassume la filosofia dei sommelier Bruno Violato e Tatiana Sabo, gestori del locale con Gianna Cavone.

“È un locale pensato per gli astigiani ma anche per i tanti enoturisti italiani e stranieri che visitano la nostra città – dice Violato – vogliamo essere una vetrina delle eccellenze vinicole prodotte in Monferrato, Langa, Roero, terra Patrimonio dell’Umanità Unesco, e diventare un punto di riferimento nel settore”.

Si proporranno degustazioni guidate di vini e prodotti tipici, iniziative di Associazioni e di Consorzi, incontri e sinergie con i produttori, lunch e aperitivi serali con taglieri di salumi e formaggi. Non solo enoteca e wine shop: “La Buta sarà anche un punto informativo per il turista che vuole visitare la città, le cantine e il territorio – dicono i gestori – gli mettiamo a disposizione mappe, percorsi e contatti. I locali potranno servire anche per accogliere piccoli gruppi che desiderano essere condotti nell’assaggio dei vini della nostra Unesco”.

inaugurazione-la-buta_asti_01Per il 2017 si proporrà un calendario di eventi legati al mondo del vino con supporto dell’Associazione Barbera&Barbere, presieduta da Beppe Giordano, iniziative turistico-culturali e corsi per sommelier con la Fis (Fondazione italiana sommelier).

L’Enoteca La Buta sarà aperta tutti i giorni dalle 11 alle 23, anche la domenica. Chiuso il mercoledì. Info: +39 333 4933160 – bruno.violato@libero.it

Wine Tasting Experience®: oltre la degustazione tradizionale, alla scoperta dei grandi vini delle Langhe

wine-tasting-experience-10La Wine Tasting Experience®, originale formula di degustazione ideata dalla Strada del Barolo e divenuta negli anni un evento irrinunciabile per centinaia di winelover in visita nelle Langhe, fa parte come di consueto del programma ufficiale della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba. Gli incontri si terranno tutti i sabati alle 17.30 (in inglese) e tutte le domeniche alle 15.30 (in italiano) dall’8 ottobre al 27 novembre nel Cortile della Maddalena.

“Il gusto del territorio”, “I Cru del Re” e “I volti del Nebbiolo” sono i temi che si alterneranno per tutta la durata della Fiera. “Il gusto del territorio” è un percorso introduttivo tra le produzioni più caratteristiche del Piemonte, con la degustazione di quattro differenti vini fra Arneis, Dolcetto, Barbera, Nebbiolo, Barolo e Moscato; “I Cru del Re” rappresentano un viaggio scandito dalla degustazione di tre diverse etichette di Barolo; la vera novità della stagione è “I volti del Nebbiolo”, degustazione che proporrà il confronto fra Barolo, Barbaresco e Roero spiegando le diverse espressioni del vitigno Nebbiolo.

La durata delle degustazioni è di circa un’ora e i biglietti possono essere acquistati direttamente sul sito www.winetastingexperience.it al costo di 23 euro persona (comprensivi di materiale didattico e ingresso al Mercato del Tartufo).

Da quest’anno poi, sono in programma le “Food & Wine Experience”, una serie di appuntamenti speciali con le Wine Tasting Experience® abbinate a prodotti agroalimentari d’eccellenza del Piemonte che si terranno per tutto il mese di ottobre alla Cantina Comunale di Castiglione Falletto, nel cuore della Langa del Barolo.
I migliori vini piemontesi incontrano le specialità gastronomiche della regione in un eccezionale connubio di gusto. Protagonisti di queste degustazioni saranno la Robiola di Roccaverano D.O.P., l’unico caprino storico d’Italia, degno di confrontarsi con i celebri chèvres d’oltralpe, i salumi di eccellenza del Piemonte forniti dall’agrisalumeria “Luiset” e una selezione di dolci a base di Nocciola Tonda Gentile del Piemonte I.G.P., universalmente riconosciuta come la migliore al mondo. I temi saranno sempre “Il gusto del territorio” e “I Cru del Barolo” e vini saranno selezionati attentamente sulla base degli abbinamenti gastronomici, in modo da esaltare le peculiarità organolettiche dei diversi prodotti in assaggio. Il costo delle “Food & Wine Experience” sarà 28 euro a persona.

 

LA FORMULA DELLA WINE TASTING EXPERIENCE ® – Sull’esempio delle Ecole Du Vin francesi, gli appuntamenti vanno oltre la tradizionale degustazione in cantina, classica tappa di ogni enoturista, soprattutto per la possibilità di confrontare etichette di produttori diversi in un unico appuntamento, guidati da esperti del territorio in grado di illustrare ogni segreto dei vini e pronti a soddisfare tutte le curiosità. I “docenti” sono infatti produttori, enologi o sommelier d’esperienza, ciascuno con il suo personale punto di vista, dal valore dei profumi in un calice di vino agli abbinamenti fra vino e cibo, fino alle caratteristiche dei vini in rapporto al terroir. Domande dal pubblico, approfondimenti, consigli sulla degustazione, vini di produttori sempre diversi: tutti questi elementi rendono le Wine Tasting Experience® un modo nuovo per avvicinarsi alla conoscenza dei vini, oltre a rappresentare un’occasione unica per approfondire i dettagli della produzione del territorio di Langhe e Roero. Per rendere sempre più esperienziali le Wine Tasting Experience® e coinvolgere direttamente i partecipanti, i docenti utilizzeranno video di supporto, ricchi di infografiche e mappe interattive.

LINGUA INGLESE  – Con un occhio di riguardo per i sempre più numerosi enoturisti stranieri, le Wine Tasting Experience® sono condotte anche in lingua inglese.

WINE TASTING EXPERIENCE® ESCLUSIVE – Oltre agli appuntamenti “a calendario”, è sempre possibile organizzare una Wine Tasting Experience® personalizzata in esclusiva per gruppi di almeno sei persone, che possono definire insieme agli organizzatori date, orari, location, lingue (oltre all’italiano: inglese, francese e tedesco) e naturalmente l’offerta di vini in degustazione.

 

Date e orari delle Wine Tasting Experience®:

  • Sabato 8 ottobre – ore 17.30: The taste of the hills (ENG), Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero: Arneis, Dolcetto, Barbera e Barolo.
  • Domenica 9 ottobre – ore 15.30: Il gusto del territorio, Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero: Arneis, Dolcetto, Barbera e Barolo.
  • Sabato 15 ottobre – ore 17.30: The crus of Barolo (ENG), Degustazione di tre differenti cru di Barolo
  • Domenica 16 ottobre – ore 15.30: I cru del Barolo, Degustazione di tre differenti cru di Barolo.
  • Sabato 22 ottobre – ore 17.30: The many faces of Nebbiolo (ENG), Alla scoperta dei diversi volti del Nebbiolo. Degustazione di 3 vini ottenuti dal vitigno Nebbiolo: Roero, Barolo e Barbaresco.
  • Domenica 23 ottobre – ore 15.30: I volti del Nebbiolo, Alla scoperta dei diversi volti del Nebbiolo. Degustazione di 3 vini ottenuti dal vitigno Nebbiolo: Roero, Barolo e Barbaresco.
  • Sabato 29 ottobre – ore 17.30: The crus of Barolo (ENG), Degustazione di tre differenti cru di Barolo.
  • Domenica 30 ottobre – ore 15.30: I cru del Barolo, Degustazione di tre differenti cru di Barolo.
  • Lunedì 31 ottobre – ore 17.30: The taste of the hills (ENG), Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero: Arneis, Dolcetto, Barbera e Barolo.
  • Martedì 1 novembre – ore 15.30: Il gusto del territorio, Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero: Arneis, Dolcetto, Barbera e Barolo.
  • Sabato 5 novembre – ore 17.30: The many faces of Nebbiolo (ENG), Alla scoperta dei diversi volti del Nebbiolo. Degustazione di 3 vini ottenuti dal vitigno Nebbiolo: Roero, Barolo e Barbaresco.
  • Domenica 6 novembre – ore 15.30: I volti del Nebbiolo, Alla scoperta dei diversi volti del Nebbiolo. Degustazione di 3 vini ottenuti dal vitigno Nebbiolo: Roero, Barolo e Barbaresco.
  • Sabato 12 novembre – ore 17.30: The taste of the hills (ENG), Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero: Arneis, Dolcetto, Barbera e Barolo.
  • Domenica 13 novembre – ore 15.30: Il gusto del territorio, Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero: Arneis, Dolcetto, Barbera e Barolo.
  • Sabato 19 novembre – ore 17.30: The crus of Barolo (ENG), Degustazione di tre differenti cru di Barolo.
  • Domenica 20 novembre – ore 15.30: I cru del Barolo, Degustazione di tre differenti cru di Barolo.
  • Sabato 26 novembre – ore 17.30: The many faces of Nebbiolo (ENG), Alla scoperta dei diversi volti del Nebbiolo. Degustazione di 3 vini ottenuti dal vitigno Nebbiolo: Roero, Barolo e Barbaresco.
  • Domenica 27 novembre – ore 15.30: I volti del Nebbiolo, Alla scoperta dei diversi volti del Nebbiolo. Degustazione di 3 vini ottenuti dal vitigno Nebbiolo: Roero, Barolo e Barbaresco.

 

“Food & Wine Experience” in Cantina Comunale a Castiglione Falletto:

  • Sabato 8 ottobre – ore 11.30: The crus of Barolo (ENG), Degustazione di tre differenti cru di Barolo in abbinamento a Robiola di Roccaverano, salumi piemontesi “Luiset” e dolci a base di Nocciola Piemonte IGP.
  • Domenica 9 ottobre – ore 11.30: I cru del Barolo, Degustazione di tre differenti cru di Barolo in abbinamento a Robiola di Roccaverano, salumi piemontesi “Luiset” e dolci a base di Nocciola Piemonte IGP.
  • Sabato 15 ottobre – ore 11.30: The taste of the hills (ENG), Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero in abbinamento a Robiola di Roccaverano, salumi piemontesi “Luiset” e dolci a base di Nocciola Piemonte IGP.
  • Domenica 16 ottobre – ore 11.30: Il gusto del territorio, Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero in abbinamento a Robiola di Roccaverano, salumi piemontesi “Luiset” e dolci a base di Nocciola Piemonte IGP.
  • Sabato 22 ottobre – ore 11.30: The crus of Barolo (ENG), Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero: Arneis, Dolcetto, Barbera e Barolo, in abbinamento a Robiola di Roccaverano, salumi piemontesi “Luiset” e dolci a base di Nocciola Piemonte IGP.
  • Domenica 23 ottobre – ore 11.30: I cru del Barolo, Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero: Arneis, Dolcetto, Barbera e Barolo, in abbinamento a Robiola di Roccaverano, salumi piemontesi “Luiset” e dolci a base di Nocciola Piemonte IGP.
  • Sabato 29 ottobre – ore 11.30: The taste of the hills (ENG), Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero in abbinamento a Robiola di Roccaverano, salumi piemontesi “Luiset” e dolci a base di Nocciola Piemonte IGP.
  • Domenica 30 ottobre – ore 11.30: Il gusto del territorio, Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero in abbinamento a Robiola di Roccaverano, salumi piemontesi “Luiset” e dolci a base di Nocciola Piemonte IGP.

Informazioni e prenotazioni:
telefono +39 0173 288968
e-mail: tasting@stradadelbarolo.it
sito prenotazione online: www.winetastingexperience.it

 

VininVilla, oltre 5 mila visitatori alla festa del vino e della bagna frèida

vininvilla Con oltre 5 mila presenze e 500 “bagna frèide” mangiate, si chiude la decima edizione di VininVilla, la Festa del Vino e della Bagna Frèida di Villafranca d’Asti. L’inaugurazione è avvenuta con la consegna dei premi ai vini selezionati tra quelli presentati al Concorso. Il VininVilla d’Oro, massimo riconoscimento della rassegna, sono andati al Piemonte doc Sauvignon e alla Barbera d’Asti docg Superiore della Società Agricola Moretti Adimari di Isola d’Asti, e al Moscato d’Asti docg Canelli “Si Fa Sol” dell’azienda agricola Scagliola Giacomo e Figlio di Canelli. Per la prima volta è stato consegnato anche un VininVilla Bio alla Barbera d’Asti docg Superiore “Gustin” dei Fratelli Rovero di San Marzanotto (Asti).

vini-premiati-vinvillaIn tutto sono stati consegnati 75 riconoscimenti ad altrettante etichette delle doc e docg d’Asti. Presenti, tra gli altri, il presidente dell’Unione industriale di Asti Paola Malabaila, il consigliere regionale Angela Motta, il presidente della Camera di commercio Renato Goria, il deputato Massimo Fiorio, il presidente Onav Vito Intini, il direttore Onav Michele Alessandria e il vicepresidente Lorenzo Marinello, il docente universitario Vincenzo Gerbi, il rappresentate Fondazione CrAsti Beppe Cardona, il presidente del Lions club Villanova Beppe Bottino e il coordinatore di VininVilla Roberto Guazzo.

Solo nella serata di sabato hanno cenato oltre 2 mila persone tra le piazzette enogastronomiche allestite attorno al municipio. La festa è organizzata dall’Associazione APTEL Vininvilla, del Comune e dell’Onav. Quest’anno VininVilla è stata un’anteprima del Bagna Cauda Day (25-26-27 novembre) con la Bagna Frèida, la versione estiva della bagna cauda, salsa a base di acciughe, aglio e olio, specialità della cucina di Villafranca e dintorni, che si sta riscoprendo. Il vino scelto in abbinamento l’Alta Langa docg, le prestigiose bollicine piemontesi a base pinot nero e chardonnay.

I visitatori di VininVilla sono stati chiamati anche a esprimersi sull’estetica della bottiglia e dell’etichetta: alla più votata sarà assegnato un nuovo premio, il VininVilla Design 2016, offerto dal Lions Club Villanova d’Asti. Verrà consegnato a fine vendemmia in una cerimonia pubblica.

VininVilla, premiati i quattro migliori vini del 2016: stasera è Notte viola

 

vini-premiati-vinvillaSi è aperta ieri VininVilla, la Festa del Vino e della Bagna Frèida di Villafranca d’Asti, arrivata all’edizione numero dieci. L’inaugurazione è avvenuta con la consegna dei premi ai vini selezionati tra quelli presentati al Concorso. Il VininVilla d’Oro, massimo riconoscimento della rassegna, sono andati al Piemonte doc Sauvignon e alla Barbera d’Asti docg Superiore della Società Agricola Moretti Adimari di Isola d’Asti, e al Moscato d’Asti docg Canelli “Si Fa Sol” dell’azienda agricola Scagliola Giacomo e Figlio di Canelli. Per la prima volta è stato consegnato anche un VininVilla Bio alla Barbera d’Asti docg Superiore “Gustin” dei Fratelli Rovero di San Marzanotto (Asti). In tutto sono stati consegnati 75 riconoscimenti ad altrettante etichette delle doc e docg d’Asti. Presenti, tra gli altri, il presidente dell’Unione industriale di Asti Paola Malabaila, il consigliere regionale Angela Motta, il presidente della Camera di commercio Renato Goria, il deputato Massimo Fiorio, il presidente Onav Vito Intini, il direttore Onav Michele Alessandria e il vicepresidente Lorenzo Marinello, il docente universitario Vincenzo Gerbi, il rappresentate Fondazione CrAsti Beppe Cardona, il presidente del Lions club Villanova Beppe Bottino e il coordinatore di VininVilla Roberto Guazzo.

La festa prosegue oggi e domani con la regia dell’Associazione APTEL Vininvilla, del Comune e dell’Onav. Quest’anno VininVilla è un’anteprima del Bagna Cauda Day (25-26-27 novembre) con la Bagna Frèida, la versione estiva della bagna cauda, salsa a base di acciughe, aglio e olio, specialità della cucina di Villafranca e dintorni, che si sta riscoprendo. Il vino scelto è l’Alta Langa docg, le prestigiose bollicine piemontesi a base pinot nero e chardonnay. Menu speciale Bagna Frèida con verdure accompagnata da un calice Alta Langa docg e il kit bavagliolo “Bagna Cauda Day” al prezzo di 12 euro.

L’Onav ha selezionato 185 etichette: saranno in degustazione e vendita al banco assaggio per tutto il weekend. I visitatori saranno chiamati ad esprimersi sulla migliore estetica della bottiglia ed etichetta a cui sarà assegnato un nuovo premio, il VininVilla Design 2016, offerto dal Lions Club Villanova d’Asti

Il PROGRAMMA

Sabato 3 settembre ore 19

È Notte Viola con musica, danze e degustazione dei vini selezionati e dei prodotti tipici fino a colazione. Continua la Mostra Mercato dei 185 Vini doc e docg. Cena nelle piazze e sotto i portici. Merca’n Villa, il mercatino notturno di artigianato e per gli hobbisti in via Roma (per informazioni 339 81.33.052). Musica e danze con i Sani & Salvi. Tributo ai Red Hot Chili Peppers con gli Under the Bridge. Karaoke con Fabio. Ballo Country con Life 43.

Domenica 4 settembre ore 9

Motoraduno Giraffentreffen delle Bmw: ore 9 apertura iscrizioni, benedizione e partenza del giro panoramico per il Monferrato. Alle 13 pranzo delle Giraffe (€ 22 vini esclusi alla carta). Alle 15 premiazione e brindisi finale. Prosegue il Merca’n Villa, il mercatino di artigianato e per gli hobbisti in via Roma. Pranzo sotto i portici comunali con menu a 22 euro prenotazione obbligatoria: 0141 943.003 – 335 271.960, vininvilla@vininvilla.it, info@comune.villafrancadasti.at.it

Per tutti e tre i giorni servizio al tavolo con oltre 600 posti a sedere, al coperto.

Altre info: 392-9479576

Venerdì 2 settembre Giorgio Conte in concerto nelle Antiche Scuderie del castello di Settime

 

giorgio-conteVenerdì 2 settembre, alle 21,30, Giorgio Conte sarà in concerto a Settime. Si rinnova anche quest’anno l’ormai abituale concerto nel cortile delle Antiche Scuderie del castello, organizzato dal Teatro dei Sogni: il cantautore astigiano riproporrà i brani del suo repertorio, tra cui quelli tratti dal docufilm «Più in alto delle nuvole», storia della prima trasvolata delle Alpi fatta dall’aviatore Géo Chavez a cui Giorgio ha dedicato la sua canzone «Géo» (album C.Q.F.P., 2011).

Nella sua carriera, Conte ha all’attivo undici album pubblicati in Italia e all’estero. L’ultimo è del 7 ottobre 2014, “Cascina Piovanotto”, prodotto da Toni Verona per Ala Bianca e distribuito dalla Warner. Conte ha scritto inoltre per decine di interpreti del panorama italiano: da Mina a Ornella Vanoni, Fausto Leali, Loretta Goggi, Francesco Baccini, e internazionale tra cui Mireille Mathieu e Wilson Pickett.

Prima del concerto, alle 19,30, la Pro loco Settime preparerà una merenda sinoria (costo 10 euro). Per prenotazioni contattare i numeri: 347.2248457 (Paola) e 348.0058008 (Marisa). Ingresso concerto: 10 euro.