Our Blog


Domenica 25 ottobre un laboratorio gastronomico vegano al Diavolo Rosso ad Asti

 

PRANZO VEGANO  LOCANDINAUn laboratorio gastronomico con conferenza e pranzo dedicato alla cucina vegana: lo organizza domenica 25 ottobre al Diavolo rosso CoolTourAsti di Anna Cortese. L’appuntamento è alle 11: il biologo nutrizionista Matteo Basile terrà una conferenza sulla prevenzione dell’infiammazione articolare tramite l’alimentazione. Seguirà un pranzo con menu vegan a 30 euro. Info e prenotazioni: 393.1653142

Sempre in tema vegan, CoolTourAsti collabora anche all’organizzazione del viaggio in India “Triangolo d’oro con Mandawa” alla scoperta delle origini della cucina indiana dal 27 novembre al 4 dicembre. Nel programma anche due lezioni di cucina: una all’hotel di Mandawa, l’altra in un ristorante locale ad Agra e una cena in famiglia per comprendere meglio la cucina quotidiana in uso in India. Ingredienti genuini, spezie profumate, condimenti gustosi, amore per la cucina e rispetto per la vita, questi sono gli ingredienti principali della cucina indiana.

Le pietanze indiane, grazie alla presenza di ingredienti quali il riso basmati, le verdure e le spezie sono indicate per una alimentazione leggera e, persino, dietetica. Le spezie rappresentano il cuore della cucina indiana, sotto forma di radici, cortecce, semi usati interi, schiacciati o polverizzati. Oltre alle più note anche in Italia quali noce moscata, pepe, peperoncino, chiodi di garofano, zafferano, cannella, zenzero, paprika e curry ne esistono altre più rare o quasi del tutto sconosciute quali assafetida, fieno greco, cumino, mostarda nera,  curcuma, coriandolo,  garam masala, lemon grass.  Le erbe sono foglie e fiori freschi, e tra gli altri condimenti è possibile trovare, oltre al sale e succo di limone, frutta secca e acqua di rose.

Dal punto di vista logistico il viaggio attraverso le distese del Rajasthan avverrà con mezzo privato con autista. Si soggiorna in hotel 4 stelle superior in regime di mezza pensione (prima colazione e cena). Accompagnatore parlante italiano per tutta la durata del tour. Info e prenotazioni: 393.1653142

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

 

 

Conto alla rovescia per il Bagna Cauda Day: il 20-21-22 novembre 2015 ad Asti, in Piemonte, in Italia e nel mondo

OLTRE 100 LOCALI COINVOLTI; GIÀ ONLINE I PRIMI 2500 POSTI DA PRENOTARE. ANTEPRIMA A NIZZA MONFERRATO IL 14 E 15 NOVEMBRE. MERCOLEDI 21 OTTOBRE LA PRESENTAZIONE ALL’EXPO

BAGNA CAUDA DAYIl Bagna Cauda Day 2015 si avvicina e cresce: oltre 100 locali tra cantine storiche, ristoranti, vinerie ad Asti, in Piemonte, in Italia e nel mondo parteciperanno alla kermesse. Sono già online i primi 2500 posti nei ristoranti sul sito www.bagnacaudaday.it.

Asti è il baricentro storico di questo evento, alla terza edizione, ma sarà possibile parteciparvi anche da molte altre località italiane e straniere. Le date sono fissate: venerdì 20 novembre (la sera), sabato 21 a pranzo e cena, domenica 22 a pranzo e cena. Cinque occasioni di partecipare in allegria al rito della bagna cauda, abbondante e ben fatta, comodamente seduti a tavola con un vostro posto assegnato in locali riscaldati, e dotati di tutti i servizi.

A Nizza Monferrato ci sarà un’anteprima del Bagna Cauda Day sabato 14 e domenica 15 novembre con Nizza è Bagna Cauda al Foro Boario. Il programma del BCD 2015 sarà presentato mercoledì 21 ottobre, alle 16,30, a Expo Milano nel Padiglione della Biodiversità di Slow Food. Il BCD sostiene il progetto di solidarietà Mille orti in Africa.



LOGO BAGNA CAUDA DAYCOME FUNZIONA
. Ogni locale proporrà la Bagna Cauda alla sua maniera, tradizionale indicata sul sito www.bagnacauday.it da un semaforo rosso, oppure “eretica” con poco aglio (semaforo giallo) o addirittura senz’aglio e quindi “atea” (semaforo verde). In ogni caso il prezzo non cambia: 25 euro a testa in tutti i locali, dagli stellati alle osterie, da versare direttamente al ristoratore che raccoglierà anche le prenotazioni e rilascerà regolare ricevuta fiscale. Il prezzo comprende la bagna cauda con verdure classiche di stagione, un dolce tipico e un caffè. Ci saranno anche omaggi e assaggi offerti dagli sponsor del BCD.  I vini scelti dai ristoratori (uno per locale), costeranno 8 euro a bottiglia e molti produttori saranno presenti per un incontro diretto con i bagnacaudisti. La prenotazione va fatta direttamente nei ristoranti ai numeri di telefono indicati. Per info l’organizzazione del Bagna Cauda Day risponde al: 324.5654070, info@bagnacaudaday.it.
Ogni commensale avrà in omaggio il “bavAGLIOne” in tessuto con il logo del Bagna Cauda Day, arricchito dal disegno originale “La cauda è musica” ideato dal pittore Giancarlo Ferraris. E ancora “la carta di circolazione del bagnacaudista” con ricetta, galateo, storia e celebri testimonianze.  In omaggio anche l’originale “palloncino salva alito” per misurare e conservare il profumo della bagna cauda, e scacciare la paura dell’altro palloncino (l’etilometro).
barbera kiss

BARBERA KISS. Ci saranno musica, sorprese e anche l’atteso “Barbera Kiss”, il bacio di mezzanotte in piazza San Secondo (il venerdì e il sabato) e in tutte le altre piazze dove i bagnacaudisti si vorranno ritrovare. Su Instagram si potrà partecipare al contest #baciamisubito: una giuria sceglierà le foto più belle del Barbera kiss. I vincitori saranno premiati con cantinette special edition offerte dal Consorzio della Barbera d’Asti e Vini del Monferrato. Visto il successo degli scorsi anni verrà proposto anche il kit del dopo bagna cauda con dentifricio “Baciamisubito” magnesia, cola, fondente, amaro, ecc.

BAGNA CAUDA MARKET. A novembre e in particolare nei giorni del Bagna cauda day ad Asti sarà anche possibile fare acquisti al Bagna Cauda Market. Quest’anno lo ospita il Mercato Coperto: saranno anche coinvolti i i banchi, trasformando la storica struttura di piazza Libertà in una vivace piazza dove sarà possibile trovare tutto per la bagna cauda: verdure, olio extravergine, acciughe, pane, dolci, vini ecc.

L’elenco dei locali che aderiscono sarà pubblicato sulle mappe e sarà possibile consultarlo in anteprima con aggiornamenti in tempo reale sul sito www.bagnacaudaday.it e su quello collegato della rivista di storia Astigiani www.astigiani.it.
Facebook/Bagna-Cauda-Day

Twitter: @bagnacaudaday

Instagram: @bagnacaudaday

Pinterest: Bagna Cauda Day

Hashtag: #‎bagnacaudaday #‎bagnacaudaday2015 ‪ #‎siamotuttinellabagna #baciamisubito

 

Bagna Cauda Day per chi non ha la puzza sotto il naso!

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA DEL BAGNA CAUDA DAY 2015

“Quella di Asti dovrà essere l’adunata dell’Accoglienza”

COA PER ASTI 2016“Vorremmo fosse l’Adunata dell’Accoglienza firmata con l’A maiuscola di noi Alpini”. Con questo spirito il Coa, il Comitato organizzatore dell’89a Adunata Nazionale Ana in programma ad Asti il 13, 14 e 15 maggio 2016, si è insediato nel nuovo quartier generale di corso Palestro 24, nella sede della Protezione civile, risistemata e rimessa a nuovo.

Il Coa è un tavolo di lavoro, di confronto e di scelte condivise tra alpini, territorio ed enti locali. Il primo incontro è stato l’occasione per fare il punto della situazione in città.

“Stiamo lavorando per organizzare e preparare l’ospitalità in grado di accogliere centinaia di migliaia di alpini che arriveranno ad Asti, moltissimi con le loro famiglie. Entriamo nel vivo dell’organizzazione e lo facciamo insieme ai portavoce del territorio: Comune, Provincia, Regione. Tutti insieme per fare una grande Adunata, in una città che già ospitò l’evento nel 1995, dopo i giorni tragici del’alluvione del 1994”.

L’idea è di creare anche un apposito ufficio dell’accoglienza che potrà ricevere anche le domande di famiglie astigiane disposte ad ospitare alpini nei giorni dell’adunata. Una novità tutta astigiana. E intanto da tutta Italia, i gruppi di sezione cominciano a prenotare i loro riservate per i campi alpini.

Il presidente Ana Asti Adriano Blengio e Giuseppe Bonaldi, coordinatore nazionale di Protezione civile sono certi che gli alpini lasceranno un segno positivo ad Asti: è prevista anche la risistemazione delle aree verdi e dei sentieri alla manutenzione nelle scuole “ma pensiamo anche a eventi formativi con gli studenti”. In questi mesi si lavorerà per coinvolgere le scuole e per preparare un calendario di eventi culturali dedicati ai bambini e ragazzi dell’Astigiano.

Tra pochi giorni verrà svelato anche il manifesto ufficiale dell’Adunata di Asti, frutto di una rigorosa selezione tra centinai di soggetti che sono giunti da tutt’Italia.

Il Coa dell’89a Adunata Nazionale Ana è composto da: Luigi Cailotto (presidente), Adriano Crugnola (vice presidente e direttore generale Ana), Fabrizio Pighin (sezione Ana Asti e consigliere nazionale Ana), Adriano Blengio (presidente Ana Asti), Alessandro Agostinucci e Fernando del Raso (sezione Ana Asti), Antonio Costarella (tesoriere), Roberto Migli (responsabile amministrativo – revisore dei conti nazionale), Giuseppe Bonaldi  (coordinatore nazionale di Protezione civile), Gian Luigi Porro (delegato Sindaco di Asti), Vincenzo Calvo (delegato Presidente Provincia di Asti), Guido Vercellino (Servizi Ana srl), Mariano Speafico (presidente Servizi Ana srl). Era presente alla riunione Luciano Conterno, direttore di Gabinetto della Presidenza della Giunta Regionale, delegato della Regione Piemonte.

Altre info: 0141 531018,  info@asti2016.it,  www.asti2016.it

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA COA ALPINI 01

Un video girato a Expo celebra i trent’anni del Bricco dell’Uccellone

videobriccoexpoL’Expo di Milano, con i suoi visitatori provenienti da tutto il mondo e l’allegria e la positività che lo caratterizzano, è il magnifico sfondo del video “Passaparola – Word of Mouth” realizzato dall’azienda vitivinicola Braida di Rocchetta Tanaro, Asti, in occasione del trentennale della creazione di uno dei vini principali della cantina, il Bricco dell’Uccellone.

https://youtu.be/6iG8Ve3zBR0

Filmato con la regia di Giulia Massignan e Giacomo Bolzani, Agenzia Castiglioni Design, il video promozionale è fresco, spontaneo, ironico e celebra l’anniversario di questa pregiata etichetta attraverso i volti, i sorrisi, le voci di decine di visitatori dell’Expo e in particolare del Padiglione Vino.

Protagonisti “per caso” dei 3,33 minuti del video sono, tra gli altri, giapponesi, argentini, tedeschi che imparano a pronunciare “Bricco dell’Uccellone” e rivolgono il loro personale augurio a questo vino con cui Giacomo Bologna nel 1985 diede il via alla “rivoluzione della Barbera” e che oggi i figli di Giacomo, Raffaella e Giuseppe, stanno rendendo grande a livello internazionale.

Un nuovo capitolo si apre così nel racconto partecipato che sta costruendo la storia del Bricco dell’Uccellone con le testimonianze di chi lo ha visto nascere, di chi lo ha degustato nel tempo: amici, winelover, clienti, giornalisti, cuochi, sommelier, produttori e appassionati stanno infatti raccontando al meglio e con pienezza in questi mesi il Bricco dell’Uccellone, con la sua storia e la sua evoluzione.

http://www.braida.com/it/30-anni-di-vite-bricco-dell-uccellone/

“1982+30 Auguri Bricco dell’Uccellone!” è l’iniziativa che, per tutto il 2015, animerà l’attività della cantina Braida e “Trent’anni di vite” è il titolo del racconto corale che accompagna questo compleanno intrecciando ricordi personali, aneddoti, articoli di giornale, date importanti.

Tutti possono partecipare scrivendo il proprio pensiero a welcome@braida.it