Our Blog


Raffaella e Giuseppe Bologna (Braida) al Gastronauta

BRAIDA - RAFFAELLA E GIUSEPPE BOLOGNADomenica 26 luglio alle 12 su Radio24, all’interno della rubrica “Il Gastronauta” del giornalista Davide Paolini, intervista a Raffaella e Giuseppe Bologna della cantina Braida nella puntata dedicata a “Il Rinascimento del vino Italiano”.

Insieme a Raffaella e Giuseppe Bologna saranno ospiti in trasmissione Maurizio Zanella di Cà del Bosco, Sandro Boscaini di Masi, Renzo Cotarella di Antinori e Franco Maria Ricci di Bibenda.

 

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA BRAIDA GASTRONAUTA

 

 

 

 

 

La Monella e Montebruna Braida per la Douja della Barbera 2015

etichetta_monellaLa Monella Barbera del Monferrato frizzante e Montebruna Barbera d’Asti di Braida saranno in degustazione alla Douja della Barbera nell’ambito della 49^ Douja d’Or di Asti dall’11 al  20 settembre 2015 al Palazzo dell’Enofila in corso Felice Cavallotti, 45.

 

La Barbera, vino simbolo dell’Astigiano e da sempre grande amore della famiglia Bologna, sarà come di consueto tra i grandi protagonisti della manifestazione.

 

Info: www.doujador.it   www.braida.it

Continua a leggere…

Migliaia di brindisi con il Moscato Canelli: anche tanti stranieri alla festa dell’Associazione dei Produttori

MOSCATO CANELLIMigliaia di brindisi, oltre 700 bicchieri venduti e 300 tappi “saltati” solo di Moscato Canelli: è questo il bilancio positivo della seconda edizione di Moscato Canelli e i colori del vino, la manifestazione ideata e organizzata sabato dall’Associazione Produttori Moscato di Canelli in collaborazione con l’Enoteca Regionale di Canelli e dell’Astesana, il Comune e la Pro loco Antico Borgo Villanuova. Tanti winelover hanno raccolto l’invito dei moscatisti canellesi e hanno affollato vicoli, piazze, cortili suggestivi della Sternia, il cuore medievale della città di Canelli, alla scoperta del Moscato Canelli, la Docg di eccellenza che tocca le vigne più vocate di 23 comuni del Moscato d’Asti. Tutti comuni intorno a Canelli, zona ad alta vocazione per la coltivazione dell’uva moscato bianco e “core zone” Unesco tutelata come Patrimonio dell’Umanità. Molti gli stranieri: danesi, norvegesi, olandesi e tedeschi.

MOSCATO CANELLI 13 MOSCATO CANELLI 12 MOSCATO CANELLI 11MOSCATO CANELLI 21 MOSCATO CANELLI 26 MOSCATO CANELLI 29 MOSCATO CANELLI 34MOSCATO CANELLI 36

“Dopo il riconoscimento Unesco – ricorda Giuseppe Bocchino, presidente dell’Associazione produttori – sta crescendo il turismo sulle nostre colline: arrivano tanti stranieri e appassionati di enogastronomia da tutta Italia. Molti decidono di investire qui e comprano case e terra. Dobbiamo offrire loro l’opportunità di vivere le nostre città. Il nostro è un piccolo contributo, ma la Sternia e Canelli andrebbero fatti vivere almeno tutta l’estate con un calendario di eventi e iniziative”.

L’Associazione Produttori ha anche annunciato di voler intraprendere l’iter per arrivare ad avere un disciplinare del Canelli docg. Scommessa ambiziosa.

In tanti hanno contribuito al successo della festa Moscato Canelli. In prima fila i vignaioli dell’Associazione: Paolo Avezza, Franco Penna (Cascina Barisel), Giuseppe e Annalisa Bocchino, Ca’ de Lion – Ghione dal 1871, Gianmario Cerruti (Cascina Cerutti – Enrico Cerutti), Coppo, Anna Ghione, Giuliana e Ignazio Giovine (L’Armangia), Piercarlo Merlino, Andrea Faccio (Villa Giada).  E poi gli chef Mariuccia Ferrero (ristorante San Marco) e Diego Crippa (Ristorante Enoteca di Canelli), Alfredo Sconfienza (La Canellese), il barman Lorenzo Roveta che ha servito due novità Sprizt Canelli e il Red Canelli, aperitivi a base di vermut e Moscato Canelli. Infine, la Pro loco Antico Borgo Villanuova, il Comune di Canelli e l’Enoteca Regionale di Canelli con il loro fondamentale supporto logistico-organizzativo: i maestri pasticcieri: Artigiana, Bosca, Gioacchino e i ragazzi di Nuovo Cinema.

Hashtag: #MoscatoCanelli

Facebook: Moscato Canelli

Info: 0141.822640, info@moscatocanelli.it

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA MOSCATO CANELLI 2015

MOSCATO CANELLI 09 MOSCATO CANELLI 02 MOSCATO CANELLI 00MOSCATO CANELLI

 

 

Montebruna Barbera d’Asti docg Braida per l’educational Ais dedicato ai formatori cinesi

BRAIDA MONTEBRUNA ETICHETTAMontebruna Barbera d’Asti di Braida sarà in degustazione per il mese di agosto 2015 nell’ambito di Italy-China Educational Incoming to Discover Italian Wines che il Comitato Grandi Cru d’Italia ha organizzato tra gli eventi di Expo 2015 a Milano.

Montebruna sarà servito per le degustazioni in aula condotte da professionisti dell’Associazione Italiana Sommelier per formatori cinesi provenienti dalle diverse provincie.

Il corso è stato studiato e sviluppato per la parte teorico-scientifica dal professor Attilio Scienza del Dipartimento di Scienze Agrarie e Alimentari della Facoltà di Agraria Università degli Studi di Milano.

Continua a leggere…

La grande festa da Braida per i trent’anni del Bricco dell’Uccellone

BRAIDA FLASH MOB 2 ridUna grande festa, come non se ne vedevano da tempo, per il trentesimo compleanno del Bricco dell’Uccellone Braida.

A Rocchetta Tanaro (Asti), la cantina di Giuseppe e Raffaella Bologna è stata invasa dall’affetto e dall’entusiasmo di centinaia di amici e collaboratori accorsi da tutta Italia e dal mondo venerdì 10 luglio per festeggiare insieme questo entusiasmante traguardo.

Tra un volo in elicottero sui vigneti di proprietà della famiglia offerto tutti i presenti, un energico flash mob dedicato al Bricco dell’Uccellone, un concerto della Banda Osiris, la dolcezza di una pralina studiata per l’occasione da Cioccopassione, il Bricco dell’Uccellone – uno tra i vini che hanno fatto la storia enologica del nostro Paese – è stato sempre al centro dell’attenzione.
Non è mancata la degustazione in anteprima dell’annata 2013, né quelle delle annate 2010 e 2007, servite nel corso della cena.

“Trent’anni di vite – hanno ricordato Giuseppe e Raffaella Bologna nel loro discorso -, di grandi annate, ciascuna con le sue peculiarità. Dal 1982, anno della creazione da parte di Giacomo, che seppe stupire il mondo enogastronomico segnando con il Bricco dell’Uccellone “la rivoluzione” della Barbera, insieme al maestro di cultura Luigi Veronelli, insieme a tanti amici come Maurizio Zanella, Angelo Gaja, Mario Schioppetto, Marco Felluga. Gli anni Novanta furono quelli dell’affermazione del Bricco dell’Uccellone sulla scena internazionale, ma anche gli anni in cui gli eventi obbligarono il passaggio di testimone da Giacomo a noi. Il nuovo secolo, dal 2000 a oggi, ha consolidato questi successi, nonostante ci siamo trovati ad affrontare l’evidente cambiamento climatico. Sono stati 30 anni di vita e di vite trascorsi insieme, condivisi con tante persone che hanno contribuito al successo di questo vino e della nostra azienda, che hanno la nostra stessa passione per il lavoro fatto bene, la cura dei dettagli, la creatività rispettosa della tradizione”.

Un nuovo capitolo si è aperto così nel racconto partecipato che sta costruendo la storia di questo grande vino con le testimonianze di chi lo ha visto nascere, di chi lo ha degustato nel tempo: amici, winelover, clienti, giornalisti, cuochi, sommelier, produttori e appassionati stanno infatti raccontando al meglio e con pienezza in questi mesi il Bricco dell’Uccellone, con la sua storia e la sua evoluzione.
“1982+30 Auguri Bricco dell’Uccellone!” è l’iniziativa che, per tutto il 2015, animerà l’attività della cantina Braida e “Trent’anni di vite” è il titolo del racconto corale che accompagna questo compleanno intrecciando ricordi, articoli di giornale, date importanti.
Tutti possono partecipare scrivendo il proprio pensiero a welcome@braida.it.
E come per tutti i migliori compleanni: basta un pensiero!

Foto Enrico Minasso per Andrea Chiesa è Progetto Immagine

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA BRAIDA FESTA TRENTENNALE BRICCO UCCELLONE

 

“Trent’anni di vite”: il racconto partecipato sul Bricco dell’Uccellone di Braida

Braida Raffaella Giuseppe Bologna_Norbert Reinisch_Cristina NattinoSono pochi i vini che, come il Bricco dell’Uccellone Braida, hanno saputo, in trent’anni, associare il proprio ricordo a tanti aneddoti, tante persone, tante vite, in tanti luoghi diversi in Italia e nel mondo.

Nel trentennale dall’entrata in commercio di uno dei vini principali della cantina di Rocchetta Tanaro, in provincia di Asti, testimonianze, impressioni, fotografie si stanno componendo in un racconto partecipato sul sito www.braida.com

Una scelta singolare, che lascia spazio alle voci di amici, winelover, clienti, giornalisti, cuochi, sommelier, produttori e appassionati per raccontare al meglio e con pienezza un vino, con la sua storia e la sua evoluzione.

C’è chi evoca le indimenticabili tavolate tra amici, chi ripensa alle corse a Capannelle del cavallo omonimo, e ai pranzi scaramantici che le precedevano.
La prima bottiglia, il primo assaggio, la prima annata, la rivoluzione della Barbera, gli anni difficili dello scandalo del metanolo.
C’è chi ha inviato un breve pensiero e chi una semplice istantanea ritrovata in un cassetto. C’è chi racconta un’avventura galante, o il brindisi per la nascita del primo figlio. Poi magari anche quello per l’arrivo del secondo.
Chi grazie a questo vino ha saputo trovare una strada professionale, il lavoro della vita, e chi, sotto la buona stella del Bricco dell’Uccellone, ha incontrato l’amore e ha messo su famiglia.
Qualcuno ha fantasticato storie che poi sono finite nel bicchiere, e c’è

anche, inevitabilmente, la persona a cui chiedi: “Hai un ricordo con il Bricco dell’Uccellone?” e ti parla immediatamente di Giacomo Bologna, della sua personalità incontenibile, della sua vitalità, della sua forza, identificando il vino con l’Uomo.

“1982+30 Auguri Bricco dell’Uccellone!” è l’iniziativa che, per tutto il 2015, animerà l’attività della cantina Braida e “Trent’anni di vite” è il titolo del racconto corale che accompagna questo importante compleanno intrecciando ricordi, articoli di giornale, date importanti.
( www.braida.com/it/30-anni-di-vite-bricco-dell-uccellone/ )

Tutti possono partecipare. E’ il caso di dirlo: basta un pensiero!

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA BRAIDA TRENTENNALE BRICCO

Montebruna Barbera d’Asti docg di Braida in degustazione al Padiglione Vino di Expo 2015

BRAIDA MONTEBRUNA ETICHETTAMONTEBRUNA Barbera d’Asti di Braida sarà in degustazione da oggi, 1° luglio, fino al 31 agosto, al Padiglione del Vino di Expo 2015, 1° piano, nell’area dedicata all’eccellenza dei Grandi Cru d’Italia (www.vino2015.it)

MONTEBRUNA si potrà degustare attraverso i wine dispenser e l’assistenza di sommelier

IL VINO – Montebruna è una Barbera d’Asti DOCG che nasce da uve al 100% dell’omonimo vitigno. Alla fermentazione dell’uva in vasche d’acciaio, per due settimane a temperatura controllata, segue l’invecchiamento di un anno in grandi botti di rovere.

Il risultato è un vino fragrante, carnoso e polposo in cui si evidenziano le note della frutta rossa arricchita dai sentori speziati del legno che appaiono così amalgamati e bilanciati. Esso unisce alla rara preziosità organolettica una pronta giovinezza che ne rende facile la degustazione.

Continua a leggere…